Smartphone, nel quarto trimestre 2015 la crescita globale rallenta
18 Febbraio 2016
Elite X3: HP ritorna nel mercato degli smartphone, con Windows 10 Mobile
20 Febbraio 2016

Apple ha da poco reso accessibile il nuovo aggiornamento iOS 9.2.1 per iPhone e iPad, che consente di risolvere il cosiddetto “Errore 53”, a cui sono andati incontro i dispositivi riparati presso centri non autorizzati. L’errore, che ha reso inutilizzabili prevalentemente iPhone 6 e 6s, si presentava successivamente alla riparazione del tasto Touch ID che consente la lettura delle impronte digitali.

La presenza dell’errore, verificatosi per l’appunto solo in caso di riparazione al di fuori del circuito Apple, è stata all’origine di una querelle che poteva costare cara al marchio di Cupertino. Uno studio legale statunitense, infatti, aveva minacciato di scendere in campo dando inizio a quella che si sarebbe potuta rivelare una quantomeno pericolosa class action.

Apple ha risolto il problema evitando fastidi legali attraverso un aggiornamento scaricabile da iTunes e a cui possono accedere i possessori dei dispositivi andati incontro al problema. Dopo aver effettuato il download è necessario riavviare (se necessario forzatamente) lo smartphone o il tablet.

Il portavoce del marchio ha difeso la politica dell’azienda affermando che l’errore 53 non stato è altro che il risultato del tentativo di proteggere la sicurezza dei clienti e che “il test è stato progettato per controllare se il Touch ID funzioni correttamente prima dell’uscita del prodotto dalla catena di montaggio e non è stato pensato per affliggere i nostri clienti”. 

I proprietari di dispositivi incappatoi nell’errore 53 che hanno pagato per una riparazione fuori o dentro il circuito Apple potranno contattare il marchio per ottenere un rimborso. 

Apple ha inotre pubblicato sul proprio sito una pagina contenente tutte le istruzioni per scaricare l’aggiornamento e risolvere il problema. 

 

Comments are closed.