Apple vs Qualcomm: la saga continua e ora si rischia il ban di iPhone 7
9 Agosto 2017
Un altro trimestre di successo per NVIDIA, grazie anche alle GPU gaming
10 Agosto 2017

Consumer Report, una rivista nord americana che fornisce raccomandazioni e non legate agli acquisti di prodotti da parte dei consumatori, ha rimosso l’indicazione di raccomandato ai prodotti Microsoft della famiglia Surface.

La motivazione di questo? L’aver ricevuto varie segnalazioni da parte di possessori di questi dispositivi che evidenziano come il 25% dei possessori di sistemi Surface evidenzia una qualche forma di problema con il proprio dispositivo entro 2 anni dall’acquisto.

I dati di Consumer Report si basano sul feedback fornito da circa 91.000 utentiche hanno fornito indicazioni riguardo prodotti Surface, tanto i modelli Surface Pro come quelli Surface Book. Microsoft non ha ovviamente tardato a rispondere in modo ufficiale, evidenziando come i propri dati interni forniscano un quadro ben differente rispetto a quello indicato da Consumer Report.

Panos Panay, Corporate Vide President for Microsoft Devices, ha pubblicato un post nel blog ufficiale dell’azienda nel quale rimarca come il numero di clienti che evidenzia problemi entro 2 anni dall’acquisto di prodotti Surface Pro 4 o Surface Book è significativamente inferiore rispetto al 25% indicato da Consumer Report. Al momento attuale è inferiore all’1% il numero di sistemi Surface che evidenziano problemi di malfunzionamento di qualche tipo e che richiedono un intervento dell’azienda.

Panay cita anche uno studio condotto dall’azienda di ricerca IPSOSnei primi 6 mesi del 2017 in varie nazioni (USA, Gran Bretagna, Germania, Francia, Cina, Giappone e Australia) dal quale emerse un livello di soddisfazione dei possessori di Surface Pro 4 e Surface Book che è pari al 98% del totale.

surfacebook_news.jpg

I dati rilevati da Consumer Report paiono essere sin troppo penalizzanti per le soluzioni Surface, in considerazione della qualità costruttiva che abbiamo riscontrato in questa gamma di prodotti. Una percentuale del 25% di problemi dopo 2 anni dall’acquisto pare essere sin troppo elevata e presumibilmente non legata unicamente a problemi legati alla componente hardware ma anche dipendente da quella software. In ogni caso non crediamo che questo report negativo interromperà la direzione di Microsoft, che da alcuni anni a questa parte propone con sempre maggiore enfasi le proposte della famiglia Surface.

%5E54742DD2CA49213D0140F364E2835E2E6FF76FFD7D7D373026%5Epimgpsh_fullsize_distr.jpg

Dobbiamo anche evidenziare come i prodotti Surface, posizionati nel segmento di fascia alta del mercato quanto a prezzi, siano caratterizzati da un livello di innovazione tecnica non riscontato in altre proposte del segmento di mercato. Con questa linea di soluzioni Microsoft spinge nel proporre ai propri clienti modalità di utilizzo e interazione che sono differenti rispetto allo standard: pensiamo ad esempio come con la famiglia di prodotti Surface Pro Microsoft sia stata la prima a inaugurare la gamma di soluzioni 2-in-1.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italiano