24 core in una CPU per le nuove soluzioni Intel Xeon Broadwell-EX
6 Giugno 2016
5G for Italy: TIM ed Ericsson insieme per accelerare la digitalizzazione in Italia
6 Giugno 2016

Un nuovo comunicato dell’Aduc informa che il gestore Telecom Italia è stato condannato a corrispondere gli indennizzi per mancata risposta ai reclami effettuati via PEC. La Posta Elettronica Certificata (PEC) è

un tipo di documento disciplinato dalla legge italiana, che dà al messaggio inviato lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. Il contenuto può essere certificato, firmato elettronicamente, o criptato.

“Avevamo inviato un reclamo per attivazione non richiesta di servizi all’indirizzo PEC di Telecom Italia, risultante dal Registro della Camera di Commercio, e non avevamo ricevuto alcuna risposta”, scrive l’associazione per la tutela dei diritti dei consumatori, continuando: “In sede di conciliazione presso il CoReCom, Telecom si era difesa eccependo l’irregolarità di tale reclamo perché non inviato ai canali dedicati (lettera cartacea, fax, ecc.)”.

Secondo la legge italiana, tuttavia, la PEC ha lo stesso valore legale dei canali dedicati che cita Telecom, e a precisarlo è proprio il CoReCom Toscana: “La posta elettronica certificata consiste in un servizio di comunicazione che, tramite l’intervento di un soggetto certificatore, permette di ottenere una ricevuta di spedizione del proprio messaggio. Se anche il destinatario della comunicazione usa un sistema PEC viene fornita un’ulteriore seconda ricevuta di consegna con un valore legale del tutto corrispondente a quello della tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno”.

Allo stesso modo della raccomandata, la PEC si considera ricevuta anche se non è stata aperta dal ricevente e, nel caso specifico, CoReCom sottolinea che l’email certificata “è entrata nella sfera di conoscenza della società telefonica” e pertanto deve ritenersi ricevuta. Per questo motivo il CoReCom Toscana ha imposto a Telecom Italia di pagare gli indennizzi pattuiti per mancata risposta ai reclami ai sensi dell’Art. 11 dell’Allegato A, Delibera 73/11/CONS.

Comments are closed.