Hera: con il Rifiutologo il servizio di foto-segnalazione esteso a tutti i comuni dell’Emilia-Romagna serviti dalla multiutility
29 Febbraio 2016
IOIO plotter
Google presenta il nuovo Robot IOIO
2 Marzo 2016

dipinti googlePotremmo avere un nuovo Van Gogh tra noi e, manco a dirlo, si tratta di un computer. Big G ha recentemente resa nota una nuova tecnologia basata su reti neurali e intelligenza artificiale che permette ai computer Google di realizzare opere artistiche partendo da una foto. Il risultato è una serie di “dipinti” che sono stati messi all’asta e venduti con successo.

 

Le opere realizzate da questo van Gogh dell’era digitale sono versioni “aumentate” delle immagini proposte, a cui non manca però un carattere di originalità. Tanto che sei dipinti sono stati facilmente venduti durante un’asta a San Francisco e, si vocifera, uno di questi sarebbe stato aggiudicato per ben 8mila dollari.

Tra le tecniche utilizzate dai computer, quella della rielaborazione di opere famose. Tra le tele esposte nei giorni passati durante un evento, è stato possibile ammirare paesaggi onirici e tratti simili a quelli del celebre pittore olandese. Il tutto è stato possibile grazie ad una simbiosi tra algoritmi matematici e processi artistici. Difficile prevedere quali saranno gli sviluppi. Che si sia di fronte ad una nuova definizione di arte?

Comments are closed.