<div>Frecciarossa 1000: un treno all'avanguardia anche nell'approccio alla manutenzione con SAP</div>

Guardando al nostro Paese abbiamo spesso la sensazione di trovarci indietro rispetto al resto del mondo sui temi dell'innovazione, ma in alcuni ambiti la situazione invece opposta e, a

qualcuno potrebbe sembrare strano, l'Internet of Things uno di questi. Vi abbiamo gi raccontato come l'Italia guidi il gruppo in Europa nel settore dei contatori connessi, che sono un esempio delle potenzialit dei vantaggi del rendere gli oggetti pi intelligenti e capaci di dialogare utilizzando la rete. Niente pi omini dell'Enel col borsello a riscuotere le bollette o a fare le letture dei contatori oltre all'indubbio vantaggio, lato fornitore dell'energia, di avere la situazione sotto controllo in tempo reale anche con la possibilit di effettuare previsioni sui carichi in modo preciso, facendo leva sul trend istantaneo e sull'analisi dei dati storici.

L'IoT in ambito industriale gi una realt da tempo consolidata

Rispetto all'ambito consumer, dove l'IoT un mondo che 'sta alla porta e bussa', in ambito industriale gi una realt da tempo consolidata, che va a braccetto con il concetto di Big Data. Il grande cambiamento portato dalla connettivit dell'Internet delle Cose risiede proprio nel nuovo modo di gestire i dati, potendoli raccogliere, analizzare e correlare in tempo reale. In molti settori i macchinari sono gi dotati di una ampia gamma di sensori, ma solo ora abbiamo a disposizione le tecnologie per mettere insieme i dati in maniera coerente: questo pu modificare radicalmente l'approccio a diversi tipi di problemi, primo fra tutti la manutenzione.

Da programmata, la manutenzione di mezzi e macchinari diverr sempre pi predittiva. Nel primo caso gli intervalli di manutenzione si basano su dati medi e approssimati, nel secondo la raccolta di dati reali sul campo permette di intervenire laddove e solo quando necessario. un concetto ormai consolidato, ma che sta vedendo in questi anni l'applicazione su scala sempre pi grande. Tornando al tema trattato in apertura, dopo il mondo dei contatori connessi, l'Italia si sta posizionando in testa al gruppo anche in questo settore. "Quello che stiamo portando avanti con Trenitalia per SAP il pi grosso progetto di questo tipo a livello globale. La frase rimane vera probabilmente anche togliendo 'per SAP'" - sono queste le parole con cui Francesco Mari, Vice President Product and Innovation Strategy Internet of Things Products & Innovation di SAP, ha introdotto il suo intervento durante un evento organizzato dalla compagnia tedesca per raccontare lo stato delle cose sul tema IoT.

Ogni treno genera pi di 5.000 letture di dati al secondo

Attualmente la manutenzione dei treni segue la stessa logica di quella delle nostre auto, con un programma con scadenze temporali o legate al chilometraggio. Uno degli scopi pricipali della collaborazione tra Trenitalia e SAP proprio quello di sovvertire questo paradigma: la partnership va avanti da un anno, ma da poco sono stati rilasciati alcuni dei dati relativi al progetto. Il primo treno interessato dal progetto stato il Frecciarossa 1000, recentemente entrato in servizio sulle tratte ad Alta Velocit. Ogni treno genera pi di 5.000 letture di dati al secondo grazie ai sensori connessi sparsi per il mezzo. Molti dei sensori erano gi presenti sui treni e sono del tipo classico, ma rendere le loro letture disponibili in tempo reale la caratteristica che cambia le regole del gioco. Tensioni e temperature dei motori, sensori di vibrazione su parti mobili e ruote, sensori di pressione, contatori del numero di aperture e chiusure delle porte: sono molti i tipi di rilevatori che monitorano l'attivit di un treno mentre corre sui binari.

La manuntenzione dell'impianto frenante pu passare dalla programmazione basata sul numero di chilometri percorsi dal treno a quella basata sull'effettivo numero (corredato di intensit) di frenate effettuate, grazie alla lettura di un semplice (e gi presente sul treno) sensore di pressione all'interno delle tubazioni. L'idea alla base quella di effettuare le manutenzioni necessarie solo quando servono davvero, senza compromettere (anzi possibilmente accrescendo) i livelli di sicurezza, tema che, parlando di trasporto pubblico rientra nella categoria del 'safety critical'. Questo approccio dovrebbe garantire all'azienda italiana, secondo i dati rilasciati dalla stessa Trenitalia, un risparmio dell'8-10% sui costi di manutenzione, una voce che nel bilancio pesa con circa 1,3 miliardi di euro. Il risparmio diretto sui costi di manutenzione non il solo beneficio che la manutenzione predittiva dovrebbe portare con s: portare i treni in deposito per gli interventi solo quando necessario vuol dire anche limitare al massimo i fermi macchina e dovrebbe portare a poter effettuare un numero maggiore di servizi a parit di numero di treni, ottimizzando cos al massimo gli investimenti nel materiale rotabile. L'ottimizzazione della flotta, la riduzione dei fermi macchina, la manutenzione precisa e puntuale quando necessaria sono tutti aspetti che alla fine dovrebbero avere ricadute sul livello di servizio offerto ai clienti.

Durante la serata SAP ha mostrato altre interessanti applicazione dell'Internet of Things: dal tag che in grado di registrare quanto bene viene trattato un pacco nel corso di tutta la filiera della spedizione, dal ritiro alla consegna, al sistema di gestione per aziende agricole, con sensori sparsi su trattori e campi e integrazione coi dati meteorologici e su quelli relativi all'andamento (e alle previsioni) dei prezzi dei prodotti agricoli. L'IoT anche al servizio dell'intrattenimento: l'esempio della piattaforma www.sapsailing.com, che permette di seguire importanti regate come se si fosse ai box di un gran premio di Formula 1 davanti agli schermi della telemetria. Internet of Things, quindi, non vuol dire solo termostati e oggetti casalinghi connessi, ma una realt che sta rivoluzionando diversi settori della produzione, industriale e agricola, ma anche dei servizi, arrivando fino all'intrattenimento.


 698,    Blogs

Chi siamo

logo contatti notelseit

Notelseit si occupa di registrare un dominio, attivare servizi di hosting, server dedicati e vps, realizzare siti web a Battipaglia e inserirli nei motori di ricerca .

Contatti

Sede Legale: Via Serroni 58

84091 Battipaglia SA
Tel: +39 (828) 17 76 329