Via Serroni 58, 84091 Battipaglia (Sa)
Qualcomm guarda al mondo dei server con un chip ARM a 24 core

Qualcomm guarda al mondo dei server con un chip ARM a 24 core

Qualcomm, azienda al centro dello sviluppo di soluzioni SoC utilizzate in una pletora di dispositivi mobile da smartphone a tablet sino a prodotti IoT, porta avanti lo sviluppo di proprie architetture
che possano venir specificamente utilizzate anche nel mondo dei sistemi server. Il fine di queste soluzioni è quello di abbinare un elevato numero di core che operano in parallelo, bilanciando il tutto con i consumi contenuti assicurati dall'efficienza dell'architettura ARM a 64bit. L'azienda americana ha mostrato la propria Server Development Platform, piattaforma basata su un nuovo SoC a 24 core basato su architettura ARM-v8A. I dettagli al momento disponibili sono ridotti: sappiamo che è stato costruito utilizzando un processo di topo FinFET e che include al proprio interno un controller PCI Express oltre a interconnessioni specifiche per lo storage. Il prototipo mostrato da Qualcomm utilizza un package LGA, simile quindi a quello adottato dai processori Intel della famiglia Xeon. Sono stati mostrati 3 differenti server basati su questi chip, dotati di una distribuzione Linux con KVM hypervisor impegnata a inviare in streaming flussi video a un PC utilizzando uno stack LAMP (Linux, Apache, MySQL, PHP), oltre a eseguire il software cloud OpenStack. fonte: PCWorld Una soluzione di questo tipo è stata sviluppata da Qualcomm pensando ad una serie di clienti impegnati con importanti installazioni di server in datacenter; i nomi di aziende come Google e Facebook sono i primi tra quelle che potrebbero beneficiare da subito della disponibilità di architetture di chip come questa, in grado di offrire elevata scalabilità con un consumo contenuto. Al momento attuale Qualcomm sta lavorando con alcuni dei propri clienti per testare questo nuovo SoC; in futuro ne verranno rese disponibili versioni con un numero di core integrato superiore agli attuali 24, ma non è ancora chiaro quando questa famiglia di prodotti verrà resa disponibile sul mercato. Un aggiornamento a riguardo verrà fornito da Qualcomm nel corso del prossimo anno. E' difficile al momento prevedere quale potrà essere lo sviluppo futuro, e l'eventuale successo di mercato, di soluzioni di questo tipo quando confrontate con le tradizionali proposte x86 che vedono Intel fortemente presente nel mercato. E' evidente come l'azienda americana si sia impegnata negli ultimi anni per lo sviluppo di processori della famiglia Xeon che siano in grado di abbinare elevata potenza di calcolo a consumi contenuti, andando a interessare in questo modo un ambito che storicamente è sempre stato di competenza delle architetture SoC sviluppate da ARM. E' indubbio che un'alternativa all'architettura x86 offerta da Intel possa trovare spazio di crescita, nel mercato dei server, soprattutto per quelle aziende che sviluppano al proprio interno le proprie infrastrutture server e che quindi sono più pronte nell'accogliere le novità che il mercato propone quando queste sono in grado di avere ricadute dirette immediate.

 607,    Blogs

Chi siamo

logo contatti notelseit

Notelseit si occupa di registrare un dominio, attivare servizi di hosting, server dedicati e vps, realizzare siti web a Battipaglia e inserirli nei motori di ricerca .

Contatti

Sede Legale: Via Serroni 58

84091 Battipaglia SA
Tel: +39 (828) 17 76 329