Via Serroni 58, 84091 Battipaglia (Sa)
Twitter, titolo giù in picchiata: entro fine mese la decisione sulla vendita

Twitter, titolo giù in picchiata: entro fine mese la decisione sulla vendita

Il titolo azionario di Twitter è impazzito. Azzeccare la previsione oggi sul suo andamento per i prossimi periodi può davvero fare la differenza: dopo essere cresciuto di oltre il 20% in
seguito alle notizie della potenziale acquisizione da parte di Google TWTR è rimasto sostanzialmente in costante crescita sulla base dei successivi rumor trapelati. È bastata tuttavia una piccola notizia trapelata nelle scorse ore per suscitare un'enorme incertezza negli investitori. Il valore nel pre-market, ovvero prima dell'apertura dei mercati, è infatti calato disastrosamente a -14%. Ma cosa è successo? Nel corso della giornata di ieri Reuters aveva riportato che la compagnia avrebbe cercato di perfezionare gli accordi di vendita entro la fine del mese, prima del rilascio dei risultati finanziari che avverrà il 27 ottobre. Considerando che l'idea di vendere è balenata da un periodo di tempo particolarmente breve in Twitter, l'obiettivo di porre fine ai negoziati così velocemente è certamente ambiziosa, ma non fuori da ogni possibilità. Nelle due settimane dalla diffusione della notizia, inoltre, Twitter avrebbe ristretto la scelta dei potenziali acquirenti a pochi partecipanti. In un primo momento Salesforce, Alphabet, The Walt Disney Company sembravano tutte ancora in gara e tutte società con legami di varia natura dal punto di vista concettuale con la piattaforma di microblogging. Con l'acquisizione Salesforce potrebbe spostare il focus di Twitter verso le comunicazioni di servizio al cliente, cosa che la società ha già fatto nell'ultimo anno. The Walt Disney Company, che vanta il CEO di Twitter Jack Dorsey nel consiglio di amministrazione, potrebbe sfruttarlo per alimentare la sua presenza nei canali social, così come Alphabet che non è mai riuscita ad essere d'impatto sulle piattaforme social. Il report di Reuters sottolinea anche che nella valutazione delle varie offerte ricevute Twitter potrebbe decidere di non vendere, ma in ogni caso Dorsey è chiamato a "fornire al più presto chiarezza agli investitori e agli impiegati sul futuro della compagnia". Nonostante il suo successo e i suoi 313 milioni di utenti attivi Twitter ha sempre faticato a rendere l'idea del microblogging proficua. I tassi di crescita sono inferiori a quelli di Snapchat e Instagram, e la compagnia non riesce dopo 11 trimestri come società pubblica a produrre un utile netto. Per questi motivi l'idea di una vendita accelerata ha animato gli animi degli investitori e alla fine della giornata di ieri il valore azionario di Twitter era balzato ad un ottimo +5,74%. Fino, almeno, al rilascio di un ulteriore rumor proveniente questa volta da Recode: secondo quest'ultimo Google non è più interessata all'acquisizione di Twitter, così come anche The Walt Disney Company. Sembra inoltre improbabile anche l'interesse di Apple nei confronti della piattaforma di microblogging, tutte informazioni che messe insieme hanno suscitato una notevole incertezza nei confronti del titolo azionario che nel pre-market è attualmente in caduta libera.

 242,    Blogs

Chi siamo

logo contatti notelseit

Notelseit si occupa di registrare un dominio, attivare servizi di hosting, server dedicati e vps, realizzare siti web a Battipaglia e inserirli nei motori di ricerca .

Contatti

Sede Legale: Via Serroni 58

84091 Battipaglia SA
Tel: +39 (828) 17 76 329