Via Serroni 58, 84091 Battipaglia (Sa)
Un po’ di dati sul futuro Voltron LEGO Ideas

Un po’ di dati sul futuro Voltron LEGO Ideas

Oggi a mente fredda vorremmo fare con voi un po di chiacchiere e speculazioni sul futuro set LEGO Ideas Voltron annunciato ieri e sul quale molti di noi nerd
contavano, senza troppe speranze visto il genere di MOC. Da sempre vediamo e condividiamo con voi opere di robot giganti, astronavi da battaglia enormi e super dettagliate, mecha componibili fra di loro, tutti creati da vari artisti spari per il globo. Un esempio per tutti sono gli straordinari mech creati dal malaysiano Lu Sim aka Messymaru che trovate sul suo blog. Addirittura nel suo caso non c’è solo la passione ma anche uno studio ben preciso su proporzioni e scheletro di ogni singolo robot. Siamo convinti che i designer LEGO conoscano questi artisti e abbiano visto le loro creazioni, ma nonostante ciò LEGO non ha mai prodotto un robot degno di nota, sia qualcosa di nuovo sia una qualche replica sotto licenza. Tralasciando i mecha del nuovo film LEGO Ninjago Movie abbiamo ben pochi altri esempi di set LEGO davvero degni di nota. Con la serie Nexo è arrivata qualche minima soddisfazione. Prima di quella ci sono stati alcuni piccoli set 3 in 1 e molto prima ancora (anni 80/90) ricordiamo il famoso camion convertibile LEGO Technic8852 e il Robo-Guardian 6949 della serie M-Tron. Da ieri però qualcosa è cambiato. Abbiamo percepito un fremito nella forza direbbe qualcuno. Da ieri si è acceso il lume della speranza di poter vedere una produzione di robottoni più intensa e meglio dettagliata rispetto al passato. Ora però torniamo con i piedi per terra e cerchiamo di analizzare meglio cosa possiamo aspettarci di vedere nel set finale di Voltron che uscirà nel 2018. E partiamo dai dati certi quindi dalla pagina del progetto originale su LEGO Ideas. Come analizzato ieri parliamo della rapidità con cui la MOC ha raggiunto i 10000 voti ovvero 3 settimane:11-04-2016 progetto inserito;20-04-2016 raggiunti i 1000;24-04-2016 raggiunti i 5000;29-04-2016 raggiunti nella stessa giornata 8000 e poi 9000;03-05-2016 arrivato a 10000.Noi non ricordiamo un altro set che abbia raggiunto così in fretta il club dei 10k. Voi ne conoscete altri? Ora le dimensioni. Nell’intervista fatta da LEGO, dopo aver superato i 10000 voti, Leandro Tayag (questo il nome del creatore) indica che Voltron è composto da circa 2100 pezzi ed è alto 40 cm (16 inches) per un peso complessivo di quasi 1 chilo. Leandro ha iniziato il progetto 2 anni prima, nel 2014, mettendolo da parte poco dopo per problemi al design delle teste dei leoni. Successivamente, risolto il problema delle teste, lo ha portato a termine e, come indicato sopra, in aprile lo ha caricato su Ideas. Altre opere LEGO di Leandro. Qualcuno ha detto VOGLIO LA TESTA DI VOLTRON UCS? Aveva poi pensato che, raggiungendo i 1000 voti avrebbe avuto 6 mesi di tempo in più per migliorare le articolazioni e le connessioni fra i leoni, ma, a causa dei voti che arrivavano troppo velocemente, ha dovuto fare alcuni rapidi aggiornamenti e lasciare da parte il resto. Ora quindi sarà compito del team LEGO Ideas correggere questi errori (sperando di non incappare più nei problemi avuti col collo di Wall-E). Veniamo ora alle speculazioni e alle fantasie guardando le immagini del progetto. Leoni Su questi non c’è molto da speculare. Saranno ovviamente 5 e, come sempre accade con i progetti Ideas, saranno sicuramente differenti dalle versioni di Leandro. In ogni caso il design dei leoni della serie originale è quello tutto sommato. Armi Leandro non solo ha costruito i 5 leoni ma li ha dotati delle loro armi e delle armi di Voltron e mi sembra più che ovvio che verranno mantenute nella versione definitiva. Interessante il pugnale che tiene in bocca il leone nero che fa ben sperare che le armi finali non saranno solo quelle 3 (pugnale, scudo, spada) ma potrebbero essere molte di più visto che ogni leone ha la sua. Per chi non se le ricordasse tutte, qui vediamo l’action figure di Voltron della Bandai con tutte le armi. Inutile dire che LE VOGLIAMO TUTTE! Minifigure Arriviamo poi alla parte per i veri collezionisti-inside ovvero al discorso minifigure. Leandro ha creato virtualmente queste 6 minifigure:Keith (tuta rossa) – Pilota del leone nero (corpo e testa);Lance (tuta blu) – Pilota del leone rosso (braccio destro);Pidge (tuta verde) – Pilota del leone verde (braccio sinistro);Hunk (tuta gialla) – Pilota del leone giallo (gamba sinistra);Sven (tuta nera) – Primo pilota del leone blu (gamba destra), leone poi passato ad Aurora. Nei primi episodi infatti Sven viene ferito gravemente e trasferito altrove per curarsi e al suo posto subentrerà la Principessa;Principessa Aurora (tuta rosa) – Secondo pilota del leone blu.Anche in questo caso, come per i leoni, ci aspettiamo che nella versione definitiva LEGO siano molto simili a quelle create da Leandro in quanto sono la riproduzione fedele del cartone animato. E avendo ottenuto i diritti per produrre totalmente il robot potranno sicuramente riprodurre fedelmente anche le minifigure. Personalmente sogno che LEGO riproduca anche le 5 chiavi dei leoni che erano presenti nei giocattoli degli anni 80. Ma credo rimarrà solo un sogno. Potrebbero essercene di più? Forse ma è presto per sbilanciarsi. Disponibilità Qui proviamo a ragionare con voi rifacendoci a quanto accaduto nel 2016. In giugno 2016 vennero annunciati i set Yellow Submarine e il nostro “amicone” Saturn V. Yellow Submarine venne poi messo in vendita il 1° novembre dello stesso anno ma parliamo di un set da 553 pezzi e piuttosto semplice come costruzione. Il Saturn V invece è stato messo in vendita il 1° giugno di quest’anno. Set da 1969 pezzi e decisamente più complesso come riprogettazione e costruzione. Questo set si avvicina come numero pezzi e dimensioni globali a Voltron (o comunque Voltron lo accomuniamo al Saturn più che al sottomarino) inoltre hanno già dichiarato che uscirà nel 2018 quindi possiamo ipotizzare che avrà un processo di riprogettazione simile a quello del Saturn. Ora, se il razzo annunciato a giugno è stato rilasciato un anno esatto dopo, potremmo presumere che Voltron vedrà la luce ad Agosto 2018. Prezzo Sempre paragonandolo al Saturn, il razzo costa 119,99 EUR (ufficialmente eh) per 1969 pezzi. Quindi parliamo di 0,06 EUR a pezzo. Moltiplicando questo prezzo medio per i pezzi dichiarati di Voltron (2100) otteniamo un prezzo ipotetico di 126 EUR che potrebbero diventare 139,99 o 149,99 o allinearsi al Saturn e uscire a 119,99. [AGGIORNAMENTO] In effetti non avevamo tenuto conto della licenza. Se proviamo a fare il calcolo usando come base non il Saturn ma il Yellow Submarine, il quale dovrebbe avere licenza, salta fuori 190 EUR (49,99 / 553 x 2100) che in effetti potrebbe avvicinarsi al prezzo finale. In genere LEGO per i set Ideas non ha mai puntato al prezzo alto, anche perchè una piccola percentuale del prezzo finale di vendita del set viene devoluto al suo creatore per cui, con un po di sano cinismo, più basso è il prezzo di vendita, meno dovranno devolvere a Leandro. Direi che per ora possiamo fermarci qui e attendere gli sviluppi futuri. Di carne al fuoco per ora ce n’è e anche tanta! 10K Club Interview: Meet Leandro Tayag of Voltron: Defender Of The Universe (ideas.lego.com)Voltron – Defender Of The Universe (ideas.lego.com)MESSYWORKS (messymaru.wordpress.com)

 25,    Blogs

Chi siamo

logo contatti notelseit

Notelseit si occupa di registrare un dominio, attivare servizi di hosting, server dedicati e vps, realizzare siti web a Battipaglia e inserirli nei motori di ricerca .

Contatti

Sede Legale: Via Serroni 58

84091 Battipaglia SA
Tel: +39 (828) 17 76 329