Il drone del futuro secondo DJI: vola da solo, segue il proprietario ed evita gli ostacoli
13 Novembre 2015
Telecom: il 40% degli italiani può viaggiare in fibra, l’86% in LTE
13 Novembre 2015

Quello dell’Internet of Things un mercato che previsto arrivare nei prossimi anni a giri d’affari nell’ordine delle migliaia di miliardi di dollari all’anno. Sono gi molti gli esempi che

abbiamo davanti agli occhi di oggetti connessi, ma sono invece relativamente pochi quelli che sono effettivamente entrati a titolo definitivo nelle nostre case. Potrebbe sembrare che l’unverso IoT non abbia ancora trovato la sua testa di ponte per sbarcare davvero in modo massiccio nella vita quotidiana delle persone: a ben guardare – invece – in questo autunno, almeno per quello che riguarda il mercato italiano, parebbe che si stia costruendo una buona piattaforma di lancio per ‘sfondare’ nelle case degli italiani.

Sebbene in cantina o nel seminterrato, gli italiani sono gi abituati a una gestione connessa dell’energia elettrica

Il mondo della gestione dell’energia quello che sembra avere le carte in regola per guidare il gruppo, unendo il controllo via smartphone e gli aspetti pi geek a vere e tangibili ricadute economiche in bolletta: come sempre il denaro (in questo caso sotto forma di risparmio) il principale driver per l’adozione di nuove tecnologie tra gli utenti. In realt il mondo della gestione dell’energia uno di quelli che vede le case italiane gi tra le pi connesse d’Europa, anche se a un livello meno evidente ai pi. Ne avevamo parlato in un articolo l’anno scorso su Touch, raccontando come nel Vecchio Continente l’Italia guidi il gruppo nel settore dei contatori connessi e, per giunta, stia facendo da vero e proprio caso di studio per le regolamentazioni da attuare a livello comunitario. Smart metering, questa la parola d’ordine da tenere a mente.

Il contatore elettronico: avere in casa oggetti connessi per la gestione dell’energia non una novit per gli italiani

Sebbene in cantina o nel seminterrato, gli italiani sono dunque gi abituati a una gestione connessa dell’energia elettrica, anche se in quel caso gli manca totalmente l’aspetto di controllo via smartphone e app. Il passaggio a portare in casa termostati e sistemi di gestione e monitoraggio connessi pare quindi quasi naturale.

Comments are closed.

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Termini e Condizioni
Controlla se hai accettato i nostri Termini e Condizioni.

Durante la navigazione potranno essere installati sul tuo dispositivo cookie tecnici, analitici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione della Notelseti Srls e di terze parti al fine di proporti pubblicità in linea con i tuoi interessi.