EMC e Dell in trattativa: una possibile acquisizione all’orizzonte?
8 Ottobre 2015
MakerBot licenzia il 20% degli impiegati
8 Ottobre 2015

09/10/15 – La Top 5 dei malware in Italia si basa su Live Grid®, l’esclusiva tecnologia Cloud di ESET, che identifica mensilmente le minacce informatiche globali

per numero di rilevazioni.

Win32/TrojanDownloader.Wauchos – rilevato nel 4,62 % delle infezioni
Al primo posto in Italia nel mese di settembre 2015 svetta Win32/Trojandownloader.Wauchos, un trojan che tenta di scaricare altri malware da Internet e una volta installato diventa eseguibile a ogni avvio del sistema. Può creare ed eseguire un nuovo thread con il suo codice programma e, subito dopo l’istallazione, è in grado di cancellare il file eseguibile originale. Questo trojan acquisisce informazioni e comandi sul sistema operativo, sulle impostazioni di sistema e sull’indirizzo IP del computer da remoto o da Internet. Riesce inoltre ad eseguire programmi e ad aggiungere e cancellare voci dal registro.
L’Italia è il paese che continua a registrare la più alta prevalenza a livello mondiale, seguito dalla Slovenia con il 2,75% delle infezioni e dalla Repubblica Ceca con il 2,17% di infezioni.

JS/TrojanDownloader.lframe – rilevato nel 2,08% delle infezioni
Secondo posto per JS/Trojandownloader.Iframe, una serie di trojan che reindirizzano il browser a uno specifico URL contenente un software malevolo. Il codice del malware viene di solito inserito all’interno di pagine HTML.
Questo malware ha interessato in maniera lieve ma diffusa tutte le regioni europee, registrando un picco del 15,22 % in Turchia.

Win32/TrojanDownloader.Waski– rilevato nel 1,57 % delle infezioni
Terzo posto per Win32/Trojandownloader.Waski, anch’esso un trojan che tenta di scaricare altri malware da Internet e, una volta installato, diventa eseguibile a ogni avvio del sistema. Questo malware ha raggiunto il picco di infezioni in Irlanda con una prevalenza del 13,64% ed in Gran Bretagna, con il 10,26%

Win32/Filecoder – rilevato nel 1,19% delle infezioni
Al quarto posto della classifica troviamo Win32/Filecoder, un trojan che cripta i file dell’utente e richiede alla vittima un riscatto in cambio del software di decodifica. Per infettare i PC in questo caso gli hacker utilizzano diverse tecniche di infiltrazione come download guidati da siti infetti, allegati email, installazione tramite altri trojan o backdoor, o addirittura installazioni mirate. Il picco di infezioni per questo malware si è registrato in Danimarca, con una prevalenza del 3,84%

JS/TrojanDownloader.Nemucod – rilevato nell’1,08 % delle infezioni
Fanalino di coda della classifica di settembre JS/TrojanDownloader.Nemucod, un trojan che reindirizza il browser a uno specifico URL contenente un software malevolo. Il codice del malware viene di solito inserito all’interno di pagine HTML. Questo malware ha toccato a settembre il picco di infezioni nel Regno Unito, con una prevalenza del 3,87 %.

Link: http://www-eset.it

Comments are closed.

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Termini e Condizioni
Controlla se hai accettato i nostri Termini e Condizioni.

Durante la navigazione potranno essere installati sul tuo dispositivo cookie tecnici, analitici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione della Notelseti Srls e di terze parti al fine di proporti pubblicità in linea con i tuoi interessi.