Il CEO di Ford entra nel consiglio di amministrazione di IBM
30 Gennaio 2016
Morto a 88 anni Marvin Minsky, pioniere dell’intelligenza artificiale
30 Gennaio 2016

La societ di analisi di mercato IDC osserva come le consegne di PC nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) sono arrivate a quota 20,8 milioni di unit nel quarto

trimestre del 2015, con un flessione del 18,2% anno su anno. Dopo una forte spinta nelle consegne grazie alla promozione Microsoft Bing dall’estate del 2014 a gennaio del 2015, l’obiettivo per i produttori hardware e i relativi partner di canale stato quello di svuotare gli stock, portando ad una contrazione del 18% per l’intero 2015, con 76,3 milioni di PC consegnati in EMEA.

Nel corso del 2014 le consegne di sistemi PC sono state spinte dal termine del supporto a Windows XP, cos come dalla necessit di rinnovare i primi sistemi portatili Windows 7 a quattro anni dalla loro diffusione. Il rafforzamento del dollaro USA ha per portato i partner a scommettere su prodotti economici nel quarto trimestre el 2014. Ma il 2015 si trasformato in un anno molto costoso dal momento che l’esaurimento delle scorte non solo ha impiegato quasi tutto l’anno ma ha obbligato a praticare pesanti promozioni e consistenti tagli di prezzo. Il confronto anno su anno stato per questo sfavorevole durante il 2015 e le nuove tecnologie come Windows 10 o i nuovi processori non sono state sufficienti ad innescare un’inversione di tendenza. Vi sono comunque segnali di stabilizzazione nel 2015 e i risultati supportano un confronto pi positivo per il 2016.

“La contrazione del mercato era attesa. Comunque se si toglie Bing dal confronto, il mercato consumer avrebbe concluso l’anno sostanzialmente piatto, il che un incoraggiante segnale di stabilizzazione” ha precisato Chrystelle Labesque, associate director, IDC EMEA Personal Computing.

La combinazione di vari fattori politici ed economici hanno portato tutte e tre le sottoregioni EMEA a contrarsi nel quarto trimestre del 2015. L’Europa Occidentale vede un calo del 13,1%, la zona dell’Europa Centrale e dell’Est ha invece registrato una contrazione del 24,7% e infine la regione Medio Oriente e Africa andata incontro al risultato pi pesante, con un calo del 28,9%. Per l’intero anno l’Europa Occidentale cala del 13,8% mentre l’area dell’Europa Centrale e dell’Est e il Medio Oriente e Africa hanno, nel complesso, registrato un calo del 24,6%. Contemporaneamente si fa evidente un certo consolidamento del mercato, con i tre principali protagonisti (HP, Lenovo, Dell) che costituiscono il 54% del mercato nell’intero 2015, rispetto al 50% del 2014 ed i primi cinque costituiscono il 72% del mercato.

HP ha avuto risultati migliori della media del mercato e ha guadagnato market share con una fetta del 23,7% in EMEA. Il risultato di consegna dei sistemi desktop al di sopra della media ha contribuito alle buone prestazioni. Lenovo ha mantenuto la seconda posizione focalizzandosi sull’esaurimento delle scorte e con qualche difficolt nell’area Medio Oriente e Africa. ASUS arrivata al terzo posto e ha mostrato una crescita robusta, in particolare nell’Europa Occidentale, e registrando nel complesso buoni risultati dopo un 2014 poco entusiasmante. Dell cresce pi rapidamente del mecato e di conseguenza guadagna share in EMEA grazie ad una buona strategia nell’area commerciale e ad un attraente catalogo prodotti.

Comments are closed.

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Termini e Condizioni
Controlla se hai accettato i nostri Termini e Condizioni.

Durante la navigazione potranno essere installati sul tuo dispositivo cookie tecnici, analitici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione della Notelseti Srls e di terze parti al fine di proporti pubblicità in linea con i tuoi interessi.