Il futuro della formazione e la gestione dei webinar
25 Luglio 2016
Zowi: il robottino che insegna ai più piccoli a programmare con Arduino
25 Luglio 2016

Novità in casa Pokemon Go: sono in arrivo nuovi Pokemon che gli appassionati potranno divertirsi ad acciuffare in qualsiasi luogo del mondo si trovino. La notizia è arrivata in occasione del Comic-Con di San Diego, durante il quale il CEO John Hanke ha aggiornato gli utenti circa le novità che vedremo nei prossimi mesi. Non si tratterà soltanto di un aumento di quelli che ormai sono i mostriciattoli più famosi del web. L’applicazione subirà anche diverse modifiche, tutte orientate al miglioramento del gioco, oltre alla risoluzione di alcuni bug. Non si conosce ancora la data in cui le le modifiche verranno messe in pratica. I rumors parlano anche dell’introduzione di un allevamento di Pokemon. A questo proposito non si hanno notizie ufficiali.

Altra novità riguarderà l’aggiunta di altri “Pokestop”, i luoghi in cui la community Pokemon Go può incontrarsi e scaricare nuovi strumenti per giocare. Solitamente questi luoghi di ritrovo sono collocati nelle zone centrali delle diverse città, soprattutto nei pressi di monumenti. Mentre nelle grandi città sono presenti più Pokestop, nei piccoli paesi può essere complicato trovarne uno. Quando il giocatore raggiunge l’area, può ricevere nuovi oggetti per giocare (come la Pokeball), ma anche avere accesso a intrugli rinvigorenti con cui dare nuova vita ai propri Pokemon.

Pokemon Go è ormai divenuto una vera e propria mania, con risvolti che spesso vanno al di là dell’aspetto puramente ludico. A fare scalpore sono stati certamente gli incidenti causati da pedoni e guidatori distratti nella ricerca di un Pokemon da intrappolare. In questi giorni a rendere l’app tristemente celebre è però il reclamo del direttore di Auschwitz, indignato per la presenza di Pokemon anche all’interno dell’ex campo di concentramento. Alla stessa maniera è possibile giocare anche nei pressi di alcuni luoghi simbolo come il monumento per la Shoah di Berlino e il cimitero statunitense di Arlington. 

Comments are closed.