La nuova rete Wind-3 sarà di ZTE: previsto nuovo centro di ricerca in Italia
22 dicembre 2016
Non tutti i minuti hanno 60 secondi. L’ultimo del 2016 ne avrà 61: ecco perché
28 dicembre 2016

Chi cresciuto a pane e fantascienza lo sa bene: non c’ futuro senza enormi mech antropomorfi dall’aria minacciosa capaci di stritolarci senza farsi troppi problemi. Se questa regola vale anche

nel mondo reale, allora, il futuro sta per arrivare adesso che Hankook Mirae Technology, societ con sede a Gunpo, a sud di Seoul, ha costruito un robot antropomorfo alto 4 metri e chiamato Method-2 che somiglia ai mech di Avatar o dei cartoni animati che ci hanno accompagnato nell’infanzia.

Con una stazza di una tonnellata e mezzo, Method-2 stato progettato da veterani del mondo Sci-fi e ha compiuto i primi timidi passi all’interno di un edificio nella periferia di Seoul. il primo al mondo nel suo genere, sostiene la societ che l’ha prodotto e che ha impiegato circa 30 ingegneri per le sole fasi di collaudo iniziali effettuate il 27 dicembre.

Fonte: Phys.org

“Il nostro robot il primo bipede controllato dall’uomo ed progettato per operare in aree estremamente pericolose dove gli uomini non possono andare, se non pesantemente protetti”, sono state le esatte parole di Yang Jin-Ho, presidente della compagnia. Il conducente si pu posizionare nel torso del robot e i suoi movimenti vengono replicati in maniera simile da Method-2. Con la sua mole e le braccia di 130 chilogrammi, il robot non passa di certo inosservato durante le sue operazioni.

I motori producono un forte frastuono e la sua tonnellata e mezzo in grado di far letteralmente tremare il pavimento sotto i suoi passi. Hankook Mirae Technology ha investito il corrispettivo di 200 milioni di dollari sul progetto, che iniziato circa due anni fa con l’obiettivo di portare in vita qualcosa “che si era visto solo nella finzione e nei cartoni animati”. Ma Method-2 utilizzabile in scenari reali e pu essere davvero utile per le esigenze di noi uomini?

Alla domanda al momento non c’ una risposta visto che la compagnia non ha divulgato dettagli sulle modalit d’uso per cui Method-2 stato creato. Al momento il robot sembra solo una base per effettuare esperimenti su varie tecnologie della societ e per permettere a quest’ultima di far parlare di s ai media internazionali: “Ogni tecnologia impiegata sul robot pu essere applicata per risolvere problemi reali”, ha dichiarato uno degli ingegneri sul proprio profilo Facebook.

Il suo impiego in situazioni reali sembra inoltre ben lontano dal momento che Method-2 necessita ancora di essere collegato ad una fonte di energia via cavo, e il suo equilibrio non ancora del tutto ottimale. I suoi primi passi effettuati negli scorsi giorni devono essere considerati come quelli di un neonato, ha specificato la societ, che comunque si aspetta di vendere Method-2 entro la fine del 2017 al prezzo di circa 8 milioni di dollari ogni unit.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Termini e Condizioni
Controlla se hai accettato i nostri Termini e Condizioni.

Durante la navigazione potranno essere installati sul tuo dispositivo cookie tecnici, analitici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione della Notelseti Srls e di terze parti al fine di proporti pubblicità in linea con i tuoi interessi.