Parrot, in difficoltà la divisione droni: tagli ad un terzo del personale
9 gennaio 2017
Comandi vocali anche per l’editing fotografico? Adobe ci sta pensando
11 gennaio 2017

Nel corso della giornata di ieri Yahoo ha depositato una serie di documenti presso la Securites and Exchange Commission che fanno luce sul futuro della societ una volta che

l’acquisizione con Verizon sar definitivamente completata. La compagnia cambier nome in Altaba e il CEO Marissa Mayer uscir dal consiglio di amministrazione. In questi termini quanto comunicato ha l’aspetto di un avvicendarsi di eventi che sembra sancire la fine di una delle realt pi significative ed emblematiche del web. Nei fatti, tuttavia, la faccenda leggermente differente da quanto pu apparire.

Lo Yahoo che tutti conosciamo (il motore di ricerca, i suoi blog, l’email e via discorrendo) saranno in circolazione ancora per un bel po’, e molto probabilmente con loro anche Marissa Mayer. Quel che viene descritto nella documentazione depositata alla SEC riguarda invece la parte di Yahoo pi nascosta agli occhi del pubblico.

Questo accade proprio per i meccanismi della cessione di Yahoo a Verizon: lo scorso luglio quest’ultima ha acconsentito di acquisire una grande fetta di Yahoo, che comprende sti web, blog e servizi email, per 4,83 miliardi di dollari. Verizon, per, non sta comprando tutto il “pacchetto Yahoo” e ci che resta fuori sostanzialmente una holding con partecipazioni consistenti in Alibaba e Yahoo Japan: l’operazione di acquisizione di fatto anche un’operazione che va a dividere in due Yahoo.

E proprio la parte holding, che in essenza si riduce ad un pacchetto azionario e ad un catalogo brevetti di scarsa importanza, andr ad assumere il nome di Altaba e vedr l’uscita della Mayer dal consiglio di amministrazione. Il brand Yahoo continuer a vivere sotto il cappello di Verizon ancora per diverso tempo. Quel che pi incerto, invece, riguarda il destino di Marissa Mayer. Il CEO di Yahoo non ha nascosto il desiderio di continuare a far parte della realt, ma quanto e se rester coinvolta nelle operazioni dipende da Verizon. Per ora non stato rivelato alcun dettaglio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Termini e Condizioni
Controlla se hai accettato i nostri Termini e Condizioni.

Durante la navigazione potranno essere installati sul tuo dispositivo cookie tecnici, analitici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione della Notelseti Srls e di terze parti al fine di proporti pubblicità in linea con i tuoi interessi.